Psichiatria

DISTURBO SCHIZOAFFETTIVO

Disturbo psicotico caratterizzato da sintomi significativi a carico dell'umore (depressione o mania) e sintomi di schizofrenia.

La diagnosi richiede che i sintomi a carico dell'umore siano presenti per una parte considerevole della durata totale di malattia. La distinzione del disturbo schizoaffettivo dalla schizofrenia e dal disturbo affettivo può richiedere una valutazione longitudinale dei sintomi e del loro decorso. La prognosi è lievemente più favorevole di quella della schizofrenia, ma è peggiore di quella per i disturbi dell'umore.

Poiché il disturbo schizoaffettivo è spesso associato a disabilità, è necessario un trattamento integrato (comprendente farmaci, psicoterapia e sostegno territoriale). Per il trattamento della forma bipolare (maniacale), l'associazione di antipsicotici e litio può essere più efficace degli antipsicotici da soli. Per il trattamento della forma depressiva, gli antipsicotici vengono comunemente associati agli antidepressivi, sebbene il beneficio dell'aggiunta di questi ultimi farmaci non sia stato dimostrato. Gli antipsicotici di nuova generazione possono avere maggiore efficacia di quelli classici.